Informativa e consenso per l'uso dei cookie

Il nostro sito salva piccoli pezzi di informazioni (cookie) sul dispositivo, al fine di fornire contenuti migliori e per scopi statistici. È possibile disattivare l'utilizzo di cookie modificando le impostazioni del tuo browser. Continuando la navigazione si acconsente all'utilizzo dei cookie. Accetto

Mappa stradale in bianco e nero con posizione dei musei

Info

Centro per l'arte contemporanea Luigi Pecci

Il Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci, Museo regionale toscano, è la prima istituzione museale italiana con una sede costruita ex novo per presentare, collezionare, documentare e promuovere gli sviluppi delle ricerche artistiche più avanzate. Dalla sua apertura, nel giugno 1988, ha prodotto una vasta attività espositiva, didattica, di documentazione e informazione sull’arte contemporanea; ha proposto e ospitato numerosi spettacoli ed eventi multimediali e raccolto un cospicuo patrimonio di opere in collezione. La raccolta, composta da oltre mille opere a testimonianza dell’attività espositiva e di ricerca, presenta al meglio le tendenze e gli sviluppi dei linguaggi artistici dei nostri tempi. Un ambizioso progetto d’ampliamento dell’edificio museale è stato commissionato dalla famiglia Pecci a Maurice Nio, figura tra le più interessanti dell’innovativa scena architettonica olandese. La nuova costruzione, sostenuta dal Comune di Prato e dalla Regione Toscana, è attualmente in corso di realizzazione e sarà terminata nel 2014. Collegata alla sede originaria progettata negli anni Ottanta dall’architetto fiorentino Italo Gamberini, la nuova sede museale consentirà di riqualificare e potenziare le funzioni e i servizi del museo, rendendo così possibile l’esposizione della collezione permanente.

Orari

Martedì - domenica: 11 - 23
Lunedì chiuso.
La biglietteria chiude alle 22:30.

Ingresso

Intero: 10 Euro
Ridotto: 7 Euro

Museo del Tessuto

Con i suoi 3.600 mq di superficie espositiva il Museo del Tessuto è il più dinamico centro culturale d’Italia dedicato alla valorizzazione dell’arte e della produzione tessile sia antica che contemporanea.

Nato nel 1975 all’interno dell’Istituto Tecnico Industriale Tessile Tullio Buzzi, dopo una collocazione temporanea nei locali del Palazzo Comunale (1997-2002), nel maggio 2003 il Museo ha trovato la sua sede definitiva nei locali restaurati della Ex Cimatoria Campolmi, fabbrica simbolo della vicenda produttiva tessile dell’area, monumentale esempio di archeologia industriale oggi rifunzionalizzato a fini culturali.

L’arte del tessuto è documentata dall’era paleocristiana fino ai nostri giorni nelle varie tecniche di esecuzione, per un totale di circa 6.000 reperti.

Le donazioni di molte aziende del distretto tessile e del Consorzio di promozione dell’Unione Industriale Pratese (Pratotrade) hanno permesso la creazione di una sezione contemporanea, costituita da una selezione di tessuti prodotti nel distretto particolarmente significativi per innovazione tecnologica e gusto estetico.

Il Museo è datato di un ampio bookshop - con numerosi gadgets prodotti da aziende artigiane del territorio e pubblicazioni specifiche sui temi moda, costume e arte tessile – e di un’ampia caffetteria interna.

Orari

Chiuso il Lunedì

Martedì – Giovedì: 10.00 - 15.00
Venerdì – Sabato: 10.00 - 19.00
Domenica: 15.00 - 19.00

L'ingresso al Museo è consentito fino a 30 min. prima della chiusura.

Aperture straordinarie per gruppi su prenotazione.

Ingresso

Intero: 7 Euro visitatori singoli 7  -65 anni
Ridotto: 5 Euro visitatori oltre i 65 anni, studenti 7 - 26 anni
Gruppi: 5 Euro, superiori alle 10 unità
Scuole: 4 Euro, studenti di classi scolastiche
Gratuito: bambini fino a 6 anni, visitatori disabili e loro accompagnatori, accompagnatori dei gruppi (2 per gruppo max. 25 persone), guide turistiche, giornalisti accreditati, soci Associazione Amici del Museo del Tessuto, possessori Edumuseicard, soci ICOM.

Museo di Palazzo Pretorio

Il Museo di Palazzo Pretorio ha riaperto al pubblico il 12 aprile,  dopo quasi 20 anni.

Nei tre piani dello splendido Palazzo Pretorio si possono ammirare capolavori di Bernardo Daddi, Giovanni da Milano, Donatello, Filippo e Filippino Lippi, Santi di Tito, Alessandro Allori, Batistello Caracciolo, Lorenzo Bartolini e di tanti altri artisti.

Il nuovo e suggestivo allestimento restituisce alla città e ai visitatori un patrimonio di bellezza costruito in secoli di storia.

La riapertura del Museo è stata festeggiata da 1400 visitatori e da centinaia di cittadini che hanno partecipato agli eventi organizzati per la festa dei musei.
Dopo il successo di "Mooving Pretorio" con le suggestive video proiezioni sulle facciate del palazzo, la festa continua ogni fine settimana fino a giugno: tante iniziative per conoscere il nostro patrimonio artistico in un clima di partecipazione e divertimento.

Orari

Aperto tutti i giorni (eccetto il martedì non festivo) con orario continuato dalle 10.30 alle 18.30. Chiuso per la festività di Natale.

La biglietteria chiude alle 18.

Ingresso

Intero
€ 8

Ridotto
€ 6

Gratuito
• bambini da 0 a 6 anni
• giornalisti accreditati
• soci ICOM e ICCROM
• guide e accompagnatori turistici Regione Toscana
• disabili e invalidi + 1 accompagnatore
• 1 accompagnatore ogni 10 alunni (per scuole)

Informazioni

http://www.palazzopretorio.prato.it

+39 0574 1934996 - +39 0574 1837860

Musei Diocesani

Museo dell’Opera del Duomo 

Il Museo è nato nel 1967 con la finalità di raccogliere, conservare ed esporre opere d’arte provenienti dal Duomo e dalle chiese della diocesi di Prato. Il percorso si snoda tra le antiche sale del Palazzo Vescovile, il chiostro romanico e le “Volte”, suggestivo spazio affrescato sotto il transetto del Duomo. Ampliato più volte nel corso degli anni, il Museo espone importanti capolavori del periodo rinascimentale: i marmi originali del parapetto e il capitello in bronzo del pulpito esterno del Duomo di Donatello e Michelozzo; dipinti di Filippo Lippi, Botticelli, Maestro della Natività di Castello. La raccolta comprende anche sculture, dipinti, corali miniati e oreficeria sacra dal XII al XX secolo, e una piccola sezione archeologica che documenta interessanti reperti dal periodo etrusco a quello rinascimentale.

Orari

Chiuso il Martedì

Lunedì - Sabato: 10 - 13/ 14 - 17
Domenica e festivi 14 – 17

Orario festività

Natale chiuso

26 dicembre: aperto solo il Museo 14 - 17

1 gennaio: apertura Museo e affreschi Lippi 14 - 17

6 gennaio: aperto solo il Museo 14 - 17

Ingresso

Intero

€ 5

Ridotto

€ 4 (gruppi superiori alle 10 persone; visitatori singoli fascia 7-26 anni; over 65);

Ridotto scuole

€ 3

Ridotto gruppi parrocchiali e del catechismo

€ 2

Gratuito

  • bambini fino a 6 anni
  • disabili e loro accompagnatori
  • guide turistiche
  • giornalisti accreditati
  • accompagnatori di gruppi
  • Icom card

TOP