Informativa e consenso per l'uso dei cookie

Il nostro sito salva piccoli pezzi di informazioni (cookie) sul dispositivo, al fine di fornire contenuti migliori e per scopi statistici. È possibile disattivare l'utilizzo di cookie modificando le impostazioni del tuo browser. Continuando la navigazione si acconsente all'utilizzo dei cookie. Accetto

Evento con persone, foto sfocata

Soggetto nomade & Aleksandra Mir | Opening mostre

Centro per l'arte contemporanea Luigi Pecci

Pubblicato il 10 dicembre 2018
Centro per l'arte contemporanea Luigi Pecci

 

Giovedì 13 dicembre, alle ore 18.30, il Centro per l'arte contemporanea Luigi Pecci inaugura due nuovi capitoli del programma espositivo della stagione invernale, offrendo al suo pubblico una pluralità di sguardi. Confermando il suo importante ruolo nel contesto italiano ed internazionale, il museo d'arte contemporanea toscano presenta due progetti che si articolano fra retrospettiva storica e sostegno alla ricerca artistica più recente.

 

Soggetto nomade. Identità femminile attraverso gli scatti di cinque fotografe italiane. 1965-1985, è una mostra collettiva che affronta il tema della rappresentazione dell’identità femminile in un periodo di grandi trasformazioni sociali e politiche per l’Italia, attraverso le fotografie di Paola Agosti, Letizia Battaglia, Lisetta Carmi, Elisabetta Catalano e Marialba Russo. La mostra raccoglie per la prima volta gli scatti delle cinque fotografe, oltre cento immagini che documentano un periodo di circa vent’anni.

 

Triumph, spettacolare installazione di Aleksandra Mir composta da 2.529 trofei, è un monumento alla cultura sportiva amatoriale e al patrimonio della storia popolare italiana. Triumph entra a far parte della collezione del Centro Pecci nell’ambito del trentennale del museo, a testimonianza della più marcata e recente attenzione alla produzione e alla ricerca di importanti artiste contemporanee.

 

L'inaugurazione si terrà dalle 18.30 presso il Centro Pecci - ingresso libero

 

Per maggiori informazioni clicca sul link sottostante:

 

Nuove mostre al Centro Pecci