Informativa e consenso per l'uso dei cookie

Il nostro sito salva piccoli pezzi di informazioni (cookie) sul dispositivo, al fine di fornire contenuti migliori e per scopi statistici. È possibile disattivare l'utilizzo di cookie modificando le impostazioni del tuo browser. Continuando la navigazione si acconsente all'utilizzo dei cookie. Accetto

Evento con persone, foto sfocata

Legati da una Cintola, studi e riflessioni

Museo di Palazzo Pretorio

Pubblicato il 27 gennaio 2018
Museo di Palazzo Pretorio

Dopo il grande successo della precedente rassegna e in occasione della proroga della mostra Legati da una Cintola, riparte da sabato 3 febbraio un nuovo ciclo di conferenze, tutte a ingresso libero, per continuare ad approfondire insieme ad alcuni componenti del comitato scientifico della mostra e a storici dell'arte e studiosi il tema che accompagna la Cintola sotto molteplici e diversi punti di vista. 

Sarà Daniela Degl’Innocenti, curatrice del Museo del Tessuto e membro del comitato scientifico di Palazzo Pretorio, a chiudere il secondo ciclo di conferenze d’arte collegate alla mostra Legati da una Cintola. Sabato 17 febbraio (ore 16.30), ingresso libero, si parlerà del contesto civile e devozionale attorno alla sacra reliquia fra Cinquecento e Seicento. In particolare Degl’innocenti si soffermerà sull’arrivo a Prato – per rendere omaggio alla Cintola della Madonna - di Maria de’ Medici, in procinto di partire alla volta della Francia per le nozze con Enrico IV. 13 settembre 1600. Cronaca della demonstratione della Cintola a Maria de' Medici Cristianissima di Francia è una conferenza che restituisce, attraverso la cronaca del cancelliere della Comunità Francesco Taglieschi d’Anghiari, il vivace racconto della complessa macchina di preparativi, con l’intera città mobilitata per il decoro urbano, per l’accoglienza e per la funzione religiosa. 

 

Icon Legati da una Cintola. Studi e riflessioni, nuovi incontri (143,7 KB)